È importante dire “per favore” e “grazie” al tuo partner?

Oggi sembra che tutto sia cambiato: è stato chiuso, posticipato o annullato. Alcuni stati hanno ufficialmente chiuso. Lavori da casa, mentre guardi i tuoi figli (e cerchi di insegnare loro). Non vedi né abbracci i tuoi cari da settimane.
Se stai lottando con tutto questo, non sei solo. E sappi che ci sono (piccoli) passi concreti che puoi fare per sentirti meglio. Di seguito sono riportati tre problemi di salute mentale con cui potresti essere attualmente alle prese e come puoi affrontarli in modo efficace. Durante un periodo così doloroso e senza precedenti, è naturale essere risucchiati nel pensiero dello scenario peggiore. E non importa quante volte ti rassicuri sul fatto che andrà tutto bene, finisci solo per sentirti peggio.

Può anche aiutare a ricordare a te stesso che questi pensieri catastrofici non sono “espressioni di fatti”, ha detto Rajaee. Piuttosto, sono “espressioni di paura”: il modo in cui il nostro cervello cerca di proteggerci, ha detto.

Questo ha senso. “Siamo in una situazione catastrofica, quindi un certo livello di pensiero catastrofico sembra appropriato”, ha detto Jenn Hardy, Ph.D, psicologa con uno studio privato a Maryville, Tennessee. “L’ultima cosa che la nostra ansia ha bisogno di sentire è una sorta di rassicurazione condiscendente e sprezzante.” Invece, Hardy ha suggerito di riconoscere che le tue preoccupazioni hanno validità nel nostro clima attuale.

Preoccupazione: ti senti disconnesso e solo.

Ti manca vedere i tuoi genitori, fare passeggiate con il tuo migliore amico e pranzare con i tuoi colleghi. Qualunque sia il tuo programma di viaggio, come visitare la tua famiglia in primavera, ora è cancellato. E sei (comprensibilmente) devastato. La buona notizia è che possiamo sconfiggere la solitudine diventando creativi.
Forse anche modi più profondi. Ad esempio, attingi alla tecnologia utilizzando Zoom, Skype o FaceTime per giocare virtualmente insieme, ha affermato Sheva Rajaee, MFT, fondatrice di The Center for Anxiety and OCD a Irvine, in California.

Leave A Comment